SGRI’s Biosolar Roof Pilot Course

12 participants from all over the world attended the five-day long pilot course that was held the 14th- 18th of June at Augustenborg’s Botanical Roof Garden in Malmö, Sweden. The course content were a mix of theory on biodiverse and biosolar roofs and practical elements and workshops alongside an excursion to the biodiverse green roofscape of Malmö and Copenhagen. Two green roof sites were installed at the Roof garden. For one of these areas, the students mixed their own substrate consisting of pumice, coarse sand and crushed bricks. The students also got to enhance a sedum roof’s ecological value, conduct risk assessments and design their own Biosolar roofs.

A well appreciated pilot course!

20150617 101229  DSC 0163  DSC 0180  P1090282

INIT’s Biosolar Roof Pilot Course

team

GENERAL context

  • Contexte: participate to ecological changements
  • Green roof and Biodiversity: furthermore, in France, currently installed green roofs are not suitable to the development of biodiversity.
  • Communication target: We choose to present this project by promoting the return of biodiversity, to stay in tune with the news, and to focus on a new vision of green roofs.

Our role, as an organiser of events and trainings in the field of ecological transition is to promote everything that can contribute to change practices in the construction sector.

Then in our communications, we have demonstrated the value of synergy between GR and energy production.

We share the calendar in two sections, so, after an introductory day with speakers who introduced the role of the city in biodiversity and its development prospects, the 3 following days were devoted to step by step training about the design of a Bio Solar roof.

Presentation day 1: Details the benefits of biodiversity in the town and the building

Stakeholders: 3 including an elected official of the Region, Nathalie Baumann, Pascale Coppin (environmental manager), Pierre Alexandre Swistek, Engineer of Le Prieuré (growing plants for green roofs and installation of green roofs).

     presentation             biosolarroof      

Days 3, 4 and 5:

Trainers Nathalie Baumann (Ecologue and university teacher, Switzerland) and Philippe Peiger (designer and installer of green roofs, Paris) develop the whole course.

Public:
The persons coming on day 1 as well as professionals registered for the all training have been quite focused and highly motivated.
Number of Participants:
- 32 people for the introduction, day 1
- 25 persons for the entire training period

-         Day 1: 2 elected officials, 2 environmental association officials, 1 companies federation head, 1 trainer, 1 speaker, 1 individual client, 16 constructions professionals, 5 professionals from vegetation sector, 2 traders.

-         Next day: Professions: professionals from construction industry: workers, engineers, architects: (16) Professionals from vegetation industry (5) Traders (2).

Teachers were highly experienced they were much appreciated. This was one of the success key of the course.

The topic:
- Biodiversity: approaching green roofs raising ecosystem/biodiversity issue is 
paradoxically new. The ecosystems consideration, his role and the connection with climate change and consequently the changes that must be followed are very rallying and mobilizing.

- The combination with photovoltaics: in France, interest in the photovoltaic diminished considerably. Yet the combination green roof/PV still interest the media and trainees really want to know more about it.


Pilot and contents:
The evaluation results show how much the results are positive. The experience and knowledge of the team members generate contents and documents with an exceptional quality.
It is interesting to point the topics that students would have liked to go deeper. It concerns unit outside the vegetation:
- waterproof system
- PV energy (in order to promote it better)
Those needs are mostly due to the development of versatility and importance of a holistic view in construction sector at least. The overall management vision in a project is getting more important than juxtaposed skills so we can see the development of “coordinator” job. Taking account of this type of competence is important since it is a new process and since the target rather concerns small companies (crafts and liberal professions)
The experience:
The experience was perfect overall thanks to the team deep competence in building this pilot.
Thanks to the teachers, the public, everything matched.

presentation2    biosolar news

Motivazioni

I tetti biosolari fanno in modo che tutti i benefci dei tetti verdi e l'energia solare lavorino in una sinergia di tecnologie. I tetti inverditi sono ottimi strumenti per: la gestione delle acque piovane; una vita più duratura per le membrane del tetto; riduzione dei costi energetici; mitigazione dell'effetto serra urbano; un habitat per la fauna selvatica urbana; una valorizzazione dei servizi, dell'estetica e del mercato. Ciascun tetto inverdito procura molteplici benefici, innanzitutto a livello economico, d'isolamento o più signifcativamente di riduzione dei flussi termici negli edifici, durante la stagione calda, riducendo i costi energetici. Ora più che mai l'effcienza energetica rileva un aumento della domanda per i tetti verdi in tutto il mondo. Se cercate una squadra di lavoro qualificata per un simile progetto, siamo qui per questo.

 

biosolar

Tetto inverdito e Pannelli Solari agli Olimpici
(S. Connop)

Il sottoprodotto di questo progetto ha visto una consultazione estesa di un vasto gruppo di investitori, inclusi potenziali compratori se tutto questo è vincente.

Abbiamo imparato che i clienti commerciali e privati stanno diventando sempre più sofisticati ed esigenti nelle proprie richieste; conoscendo tutti questi benefici disponibili, essi richiedono un tetto inverdito che che offra tutto ciò, commercialmente le ragioni delle relazioni pubbliche sono le più importanti. Un ulteriore progetto serve per trovare una soluzione a questa richiesta.

Cerchiamo di sviluppare una soluzione di tetto inverdito che ospiti sia pannelli solari (riducendo ulteriormente costi energetici), e che stimoli la fauna selvatica urbana in particolare gli impollinatori.

Sempre più Consapevoli che il declino globale della popolazione delle api da miele è un importante fattore per l'azione stimolante sugli impollinatori, qualsiasi contributo per ovviare questo problema contribuisce ad un generale vivere bene; una ricerca dell'Università di Reading che ogni terzo boccone in una dieta europea è stato impollinato da api di miele.

A meno che Le popolazioni senza fissa dimora causano danni per la catena alimentare.

PERCHE' QUESTO E' NECESSARIO?

I tetti inverditi offrono numerosi benefici, generalmente aiutano a ridurre il costo del raffrescamento e del riscaldamento degli edifici, stimolano la biodiversità urbana, aiutano la gestione delle acque piovane e incrementano gli spazi inverditi in città/paese.

Il mercato degli USA è cresciuto del 115% nel 2011 con soli 16 M piedi quadrati installati.

Lo studio tecnico di LIVING ROOFS & WALLS: la promozione della politica governativa di Londra del 2008 riscontra che gli edifici occupano 24,000 ettari, 16% della Grande Londra (ricoperti di vegetazione sono 24,000 ettari, 16% di Londra).

I calcoli suggeriscono 10 Milioni di mq potenziali per tetti inverditi, portando un risparmio di 19,200 Mwh all'anno e la capacità di gestire 80,000 mq di acqua piovana al livello dei tetti.

La richiesta è per un tetto inverdito che può facilitare i pannelli solari, perchè la combinazione produce ulteriore sinergia.

Una ricerca francese recente ha scoperto che mentre alcune piante riducono la contribuzione del tetto all'effetto di isola di calore urbana abbassando la temperatura dell'aria attorno attraverso l'evapotraspirazione, questo raffrescamento aiuta anche i pannelli fotovoltaici che lavorano più efficientemente.

Le piante riducono anche gli inquinanti volatili e le particelle di polvere, permettendo ai pannelli di assorbire più luce solare.

Gli Studi differiscono nell'efficacia riportata migliore da 3 a 16 %.

Questo è in aggiunta all'effetto conosciuto dei tetti inverditi di raffrescamento dell'aria interna la quale riduce del 6 % l'uso di energia annua.

Inoltre si evidenzia un interesse allo sviluppo dei tetti inverditi che stimolano impollinatori vista la globale diminuzione della popolazione di api da miele.

La ricerca condotta dal Dr. Potts dell'Università di Reading ha scoperto che:

- Le api hanno un ruolo importante nell' agricoltura, con il valore delle coltivazioni commerciali che beneficiano dell'impollinazione delle api, stimata da 100 milioni a 200 milioni di sterline all'anno solo nel Regno Unito.

- C'è stato una riduzione del 54% della popolazione di api da miele in Inghilterra tra il 1985 e il 2005 confrontato ad una media del 20 % in Europa.

- In Europa ogni terzo boccone che noi consumiamo è dipeso da impollinazione di api da miele.

Buglife, associazione di volontariato per la vita naturale, ha sponsorizzato gli scienziati che sviluppavano una ricerca di 3 anni nel R.U. che ha confermato un potenziale enorme per stimolare impollinatori attraverso i tetti inverditi progettati appositamente per essi.

Il lavoro è stato pubblicato nel marzo 2012.

Tale risultato ha sorretto la ricerca in Svizzera.

Entrambe queste nuove innovazioni riflettono la maggior consapevolezza dei compratori per i benefici del tetto verde e le positive relazioni pubbliche da questo generate.

Quindi abbiamo bisogno di sviluppare un lavoro di team capace di sviluppare installazioni di alta qualità in linea con la richiesta di mercato.